ROTATORIA GIUSTINIANA: NO per 8 MOTIVI – Cassia Blog

ROTATORIA GIUSTINIANA: NO per 8 MOTIVI

ROTATORIA GIUSTINIANA: NO per 8 MOTIVI

8 motivi per dire NO al progetto di Rotatoria della Giustiniana proposto dal Municipio:

1. FERMATE AUTOBUS ALL’INTERNO DELLA ROTATORIA: (immaginate l’autobus che si ferma a destra e poi per girare intorno la rotatoria taglia in diagonale le due corsie)
2. PARCHEGGI IN MENO:
dove parcheggiano adesso le auto al piazzale diventerà una corsia, quindi andranno via sia i parcheggi che i secchioni dell’immondizia
3. INGRESSO PARCHEGGIO ATAC STAZIONE:
ingresso e uscita dal piazzale sono invertiti, provate ad entrare nel parcheggio, lì dove sono le sbarre, al contrario.
4. ECCESSIVA VELOCITA’ DI PERCORRENZA:
una rotatoria in genere consente un passaggio fluido, ma non incrementa la velocità, questa del Municipio fa l’esatto opposto
5. COSTO ECCESSIVO: 280.000 EURO!!!SOLO IMMAGINE ROTATORIA
6. NESSUNO STUDIO A CONFERMA: nessuno studio del traffico, nessun monitoraggio, nessuna simulazione a conferma che il progetto porti benefici al traffico.
7. SENZA SPERIMENTAZIONE: dapprima lo stesso Municipio parlava di una sperimentazione a 200.00 euro, ora questa ipotesi è tramontata. Per fortuna da un lato (considerando i costi spropositati), per sfortuna dall’altro poichè si sarebbe potuto valutare sul campo l’utilità o l’inutilità di questa opera.
8. AREA ABBANDONATA: L’ellisse dove girano intorno le macchine, non è raggiungibile. E’ un ‘area che sarà lasciata a se stessa, intorno alla quale le macchine non possono parcheggiare e dove i pedoni non possono andare. Purtroppo non parliamo di pochi metri quadri.
CI SONO DELLE ALTERNATIVE SEMPLICI ED ECONOMICHE:
5.1. semaforo obbligatorio solo per chi attraversa e per chi esce dal piazzale in direzione la storta, con attivazione a pressione per le macchine e con il pulsante per i pedoni. Per andare verso Trionfale si usa la corsia di inserimento (senza obbligo del semaforo) quella che sfruttano normalmente gli autobus.
5.2 progetto rotatoria di Marco Martens , è una rotatoria vera e propria con dei costi di realizzazione che si aggirano sui 20.000 euro.
rotatoria progetto martens
ercole design

3 Comments

  1. Alessandro ha detto:

    Gentile Salvatore,

    attualmente non c’è nessun semaforo che regolamenta tale ingresso in stazione con provenienza da Sud: da quel punto di vista non cambierebbe nulla (quindi se è pericoloso rimarebbe tale).

    Ben venga la rotatoria se risolve tutto, compresa questa lacuna. In ogni caso esiste il codice della strada e senza prudenza e buon senso c’è poco da fare. Una volta realizzata la rotatoria ci sarà sicuramente qualcuno che ci salta su.. e speriamo senza catastrofi.

    Alcuni negozianti e residenti della zona hanno constatato che il semaforo giallo lampeggiante tutto il giorno migliora di per sé la viabilità.. insomma che si inizi da qualcosa..

    Saluti

    Alessandro

  2. Salvatore ha detto:

    Ad Alessandro: il problema è per chi arrivando dalla direzione Centro (da sud) deve andare al parcheggio di interscambio. In questi casi è molto pericoloso senza la rotatorie e ci sono stati diversi incidenti. la rotaroria aserve

  3. Alessandro ha detto:

    Sono un nuovo residente della zona.
    Aggiungo una proposta a mio avviso molto semplice.

    La rotatoria già esiste, ed è collocata 50 mentri più avanti della stazione, ovvero è il triangolo costituito da Cassia, Trionfale e Via Vittorio Piccinini.

    La soluzione che propongo è:

    1) Semaforo sempre verde sulla cassia: solo a chiamata pedonale.

    2) Nessun semaforo per chi esce dalla stazione: obbligo di girare a destra verso Roma ed eventualmente torna indietro. Grazie alla larghezza della carreggiata l’immissione sulla cassia è agevole anche per l’autobus.

    3) Nessuna variazione per chi entra in stazione (da qualsiasi provenienza)

    L’unica lieve “penalizzazione” è quindi per gli autubus e le auto che uscendo dalla stazione non potrebbero più andare verso La Storta, ma verso Roma per pochi metri… E’ da considerare che grazie alla eliminazione del semaforo, tutto il traffico circostante sarebbe molto più fluido ed i tempi di percorrenza, in fin dei conti, sarebbero migliori in confronto alle attuali attese.

    Aggiungo inoltre che la sperimentazione sarebbe a costo zero.

    Saluti
    Alessandro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *